L’Università di Harvard, una delle più prestigiose al mondo, da anni propone un corso dedicato alla Scienza dell’Alta Cucina.

La scuola di ingegneria e scienze applicate di Harvard (SEAS) e la Fondazione Alícia hanno sviluppato un corso di scienza di base dal titolo: “La scienza e la cucina: dall’alta cucina alla scienza della materia soffice”, che ha debuttato nell’autunno del 2010. Il corso utilizza il cibo e il cucinare per spiegare principi fondamentali di fisica applicata e di ingegneria.

Gli ultimi due decenni hanno visto un costante flusso di creatività culinaria proveniente da chef come Ferran Adria in Spagna e Heston Blumenthal in Inghilterra che sono stati ispirati da nuovi progressi scientifici e tecnologici. Allo stesso tempo il settore della scienza della materia soffice è fiorito negli ultimi decenni poiché i fisici cercano di spiegare molti dei materiali comuni nella nostra vita quotidiana.
Recentemente, un dialogo tra questi due gruppi ha portato a una nuova ondata di innovazione. Alcuni esempi includono Ferran Adria e la Fondazione Alicia, José Andres e il ThinkFoodGroup, Nathan Myhrvold e il team di Modernist Cuisine, Wylie Dufresne e Dave Arnold, e David Chang con la microbiologa di Harvard, Rachel Dutton.

Il corso era prima riservato solo ai laureandi di Harvard, ma adesso è disponibili online ed io ho avuto il privilegio di ottenere il prestigioso attestato.

La mia tesi finale è stata: “A scientific approach to understand pasta cooking process” con la quale hop esplorato il miglior tempo-temperatura per la cottura degli spaghetti.

Ascientific approach to understand pasta cooking process

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 210 posts and counting. See all posts by Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *