Dopo le fatiche per preparare i due precedenti articoi dedicati alla crema pasticera (qui e qui) mi sono voluto rilassare un po’ preparando un piatto di spaghetti di pomodoro con caciocavallo ragusano e basilico “molecolari”.

Si tratta di spaghetti di solo salsa di pomodoro gelificata con agar agar.

Ecco il risultato:

[slideshow]

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 218 posts and counting. See all posts by Filippo

6 pensieri riguardo “Spaghetti di pomodoro “molecolari”

  • 12 Giugno 2011 in 6:09
    Permalink

    Buona domenica, capito qui per un segno del destino, non ho esperienza in questo tipo di cucina e mi piacerebbe avere qualche indicazione su come fare questi spaghetti, l’argomento che trattate è interessantissimo ma vasto, vorrei iniziare a sperimentare dale cose più semplici, mi potete aiutare? Grazie 🙂

    Risposta
    • 12 Giugno 2011 in 8:52
      Permalink

      Benvenuto in questo blog di cuicna sperimentale. Ti do alcune informazioni sulla ricetta per fare gli spaghetti:
      Attrezzature:
      Tubo di silicone per alimenti, diametro interno 3 o 5 mm. Per comodità il tubo può essere arrotolato su se stesso. Una siringa da 50 o 60 ml con attacco compatibile con il diametro del tubo.

      Preparazione base:
      La preparazione base consiste in un succo molto aromatico e concentrato, preventivamente filtrato in un colino fine.
      Nel succo deve essere disperso dell’agar agar in polvere in una concentrazione di circa 1,6%. La miscela deve essere portata a lieve ebollizione per circa 5 minuti.

      Procedimento:
      Immergete un’estremità del tubo nella miscela e aspiratela con la siringa dall’altra estremità. Immergete il tubo pieno in acqua molto fredda. Dopo alcuni minuti la miscela si sarà solidificata (l’agar solidifica a 35-40°C). Inserite da un’estremità la siringa piena d’aria e insufflate una piccola quantità di aria finchè lo spaghetto non si mette in movimento, a quel punto mantenete costante la pressione fino al completo svuotamento.
      Qui puoi trovare un video sul procedimento e le attrezzature.

      Servizio:

      Lo spaghetto deve essere preso delicatamente da un’estremità e succhiato. Si può servire caldo fino a 80 °C o freddo.

      Risposta
  • 12 Giugno 2011 in 9:21
    Permalink

    Grazie dell’immediata risposta, vedrò di munirmi di “tubo di silicone..ho il sospetto che per me stia iniziando una nuova era…ci sarà da divertisi 🙂

    Risposta
  • Pingback:Cucina molecolare per l’estate | InnovIdea

Rispondi a InnovIdea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *