Quando la scienza diventa divertente: PalermoScienza

Sono appena tornato dallo stand di InnovIdea allestito all’Università degli Studi di Palermo in occasione di PalermoScienza, stanco ma pieno di entusiasmo. Oggi la mostra è stata visitata principalmente da bambini delle scuole elementari. Persino i bambini di II elementare si sono entusiasmati davanti alla spiegazione della scienza dei pop corn o della reazione chimica che permette di togliere il guscio ad un uovo crudo. Magia? No! Semplecemente scienza.

Chissà se da grandi questi bambini ameranno la scienza?

Il mondo si divide tra coloro che preferiscono le materie letterari e quelli che preferiscono le materie scientifiche.  “Odio la matematica, non capisco niente di chimica, chi si occupa  scienza è arido e poco sensibile”, queste sono le affermazione più comuni degli amici “letterati” che non vogliono avvicinarsi al mondo della scienza e della tecnologia. Ma tutto ciò è vero? Possiamo dirci veramente lontani dalla chimica, dalla fisica e dalla matematica. No!

Le conoscenze scientifiche hanno un grande fascino, ci attraggono e ci fanno sognare, ma siamo in grado di giudicare la correttezza di queste informazioni?. Complici una cultura non proprio incline alle materie scientifiche dell’Italia e il sensazionalismo dei media che pur di scioccare si inventano notizie inesistenti spesso diamo validità a notizie false.

Molte delle situazioni, dei temi e dei problemi che ciascuno di noi incontra nel quotidiano richiedono, per essere compresi e affrontati appieno, un certo grado di preparazione nel campo delle scienze e della tecnologia. Un certo grado di preparazione nel campo delle scienze e della tecnologia, insomma, è una parte integrante e significativa della vita personale, sociale, professionale e culturale di tutti.

È importante, allora, che un cittadino istruito sia in grado di distinguere tra i tipi di interrogativi ai quali la scienza può rispondere e quelli ai quali essa non può rispondere, tra ciò che è scientifico e ciò che è pseudo-scientifico.

La società deve essere bene informata poiché vuole conoscere per poter decidere il proprio futuro, senza rimettere passivamente le decisioni nelle mani altrui.

EsperienzainSegna, visitabile fino a sabato 28 febbraio 2009, è un occasione da non perder per tutti i cittadini che vogliono essere informati.

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 218 posts and counting. See all posts by Filippo

Un pensiero riguardo “Quando la scienza diventa divertente: PalermoScienza

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *