Laboratorio di cucina molecolare “Arie, schiume ed emulsioni” (ID05), 30 marzo 2011, ore 17:30

Cioccolato Chantilly

Il laboratorio si svolge a Palermo presso il ristorante Osteria dei Vespri, Piazza Piazza Croce dei Vespri, 6, mercoledì 30 marzo 2011 dalle 17,30 alle 19,30.

Arie, schiume ed emulsioni sono presenti in molte ricette tradizionali ed innovative e vengono usate per dare “leggerezza” ai nostri piatti. Ma come si prepara un’ “aria di zafferano”, come stabilizzare la schiuma dell’albume montato a neve o come preparare una maionese senza uovo. Scopriamo insieme trucchi e segreti per preparazioni in grado di “acchiappare” l’aria o “sposare” insieme liquidi che per loro natura non sono mescolabili.

Questo è un “laboratorio gastronomico” ha inizio alle 17,30 ed ha una durata di circa 2 ore durante la quale prepareremo insieme dei “piatti scientifici” imparando la scienza che ci sta dietro, ma anche i trucchi dei grandi chef. Ovviamente questa sarà l’occasione per “assaggiare” preparazioni straordinarie fin’ora appannaggio solo di grandi cuochi e di ristoranti famosi.

Per la partecipazione è richiesto un contributo di partecipazione di € 12,00 da versare sul posto. Dal momento che il laboratorio si svolge in un ristorante (Osteria dei Vespri, Piazza Croce dei Vepri 6, Palermo) e implica lo svolgimento di preparazioni con cibo, vi invitiamo a prenotare solo se potete realmente partecipare, vi ringraziamo anticipatamente della vostra collaborazione.

Per motivi logistici il laboratorio prevede un numero minimo e massimo di partecipanti, quindi vi preghiamo di confermare la vostra partecipazione entro lunedì 28 marzo 2011 ore 17,00 22,00 compilando il modulo (scegliere il codice identificativo ID05) . Entro martedì 29 marzo vi daremo conferma dello svolgimento.

Ecco il nostro programma-menù:

  • I colloidi in cucina: alla scoperta di: arie, schiume, spugne, emulsioni, mousse, nubi, ecc.
  • Lo spumante rosso analcolico
  • Spiedini di frutta frizzanti.
  • L’aria di sale per uno straordinario cocktail alcolico “Margarita”
  • Bastoncini con assortimento di maionesi: classica con mostarda, con albume, con gelatina, con uova sode, con latte, con aglio
  • Uovo perfetto: come montare l’albume a “neve perfetta” per preparare una meringa nel forno a microonde
  • La schiuma solida: “Il dolce degli Angeli”
  • Il gelato al cioccolato più leggero del mondo.
  • Chantilly aromatizzate.
  • Cioccolato Chantilly

Il laboratorio di gastronomia molecolare si svolgerà a Palermo presso e con la collaborazione del ristorante Osteria dei Vespri, per sapere come arrivare guarda qui.

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 211 posts and counting. See all posts by Filippo

4 pensieri riguardo “Laboratorio di cucina molecolare “Arie, schiume ed emulsioni” (ID05), 30 marzo 2011, ore 17:30

  • Pingback:Laboratorio di cucina molecolare “Arie, schiume ed emulsioni” (ID05), 30 marzo 2011 | CookingPlanet

  • 26 aprile 2011 in 18:53
    Permalink

    Il laboratorio che hai fatto dev’essere stato davvero interessante. Peccato tu sia così lontano, credi sia possibile organizzare qualcosa anche a Novara (Piemonte)? Dura, eh….
    Ciao Paola

    P.s. spero di leggerti spesso anche sul forum di cucina

    Risposta
    • 26 aprile 2011 in 19:03
      Permalink

      A Novara sono stato tanti anni fa (più di 20) quando da studente ho fatto la tesi di laure con la Fertec sulla plastica biodegradabile a base di amido di mais… beh ora che ci penso già allora avevo a che fare con qualcosa di commestibile.

      Risposta
  • 27 aprile 2011 in 11:29
    Permalink

    Della serie: se non ci riesco a fare i sacchetti ci faccio una bella crema pasticcera?

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *