Eccoci ad un nuovo appuntamento di scienza, gusto e divertimento. Oggi alle ore 18,30 l’Associazione InnovIdea e la Pasticceria Alba saranno insieme al CousCous Fest per presentare un laboratorio del gusto divertente ed interessante sulla scienza del gelato ed il gelato all’azoto liquido.

“]Laboratorio al CousCous Fest 2008
Laboratorio al CousCous Fest 2008 – [by Nadia Ceriani e Dario Papasodaro, copyright 2008 Comune di San Vito Lo Capo

 

Che cosa è l’azoto liquido
L’azoto è un gas contenuto nell’aria. La percentuale di azoto presente nell’aria é il 78%.
L’azoto si estrae dall’aria. Così come la temperatura di ebollizione dell’acqua è a 100 °C la temperatura di ebollizione dell’azoto è a -195,8 °C. La differenza quindi tra l’azoto e l’acqua è che per far bollire una pentola d’acqua abbiamo bisogno di dare del calore attraverso il fornello mentre per far bollire l’azoto è sufficiente lasciarlo a temperatura ambiente.

L’azoto liquido in gelateria
La proprietà molto importante che possiamo sfruttare dell’azoto liquido in gelateria é la capacità di raffreddare velocemente. Infatti, in genere non ci interessa portare degli oggetti a -195,8°C, ma ci interessa raffreddarli velocemente.
Se lasciamo alle molecole tutto il tempo necessario per andarsene al loro posto nel reticolo cristallino otteniamo una sola grande struttura ordinata; nel caso opposto, tante piccole strutture, ordinate internamente ma disposti in modo disordinato l’uno rispetto all’altra. Grazie quindi al rapido raffreddamento otteniamo un gelato o cristalli di ghiaccio molto piccoli che succhiano quindi poco calore alla lingua che pertanto riesce meglio a gustare le materie prime del nostro gelato.

  • I pregi del gelato all’azoto liquido
    Il gelato contiene dei micro-cristalli di ghiaccio che succhiano quindi poco calore alla lingua che pertanto riesce meglio a gustare le materie prime del nostro gelato.
  • I gusti e i sapori sono esaltati.
  • La testura è molto fine e soffice.
  • Il gelato può essere preparato in 1 minuto.
    Il gelato si può preparare anche dovè non c’è energia elettrica.

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 211 posts and counting. See all posts by Filippo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *