Questo è periodo di olio novello, ma oggi vi voglio presentare qualcosa di diverso, qualcosa che viene prima dell’olio.

L’oliva della foto è stata ottenuta per sferificazione di “succo di oliva”.

La consistenza è quella di una vescicola morbida piena di liquido. Potete delicatamente farla roteare in bocca tastandone la consistenza leggermente gelatinosa, ma quando la schiaccerete la bocca sarà invasa da un forte sapore di oliva verde.

Come tutte le olive verdi che si rispettano va tenuta nell’olio aromatizzato con rosmarino, zeste di arancia e di limone che contribuiranno a completare la rotondità del sapore.

Procedimento

Denocciolare e centrifugare le olive verdi.

Aggiungere la xantana per addensare il succo.

Aggiungere il cloruro di calcio per il processo di sferificazione.

Formare le olive sferificate, versando con un cucchiaino il succo in un bagno di acqua dove è stato disciolto l’allignato di sodio. L’alginato di sodio, in presenza di cloruro di calcio gelifica formando una parete di gel che contiene il succo liquido.

Conservare le olive sferificate in olio aromatizzato con rosmarino, zeste di arancia e di limone.

Servizio

Come gustarla al meglio? O sul cucchiao cinese o su un crostino di pane nero di farina tumminia di Castelvetrano, accompagnandolo con un cubetto di formaggio pecorino o primosale.

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 211 posts and counting. See all posts by Filippo

12 pensieri riguardo “Foto-ricetta: Olive sferificate

  • 24 novembre 2011 in 20:18
    Permalink

    Ciao. Che intendi per olive verdi? Olive verdi non trattate o olive trattate (all’acqua, schiacciate etc). Anche perché se le olive sono crude il succo non viene amarissimo?

    Risposta
    • 24 novembre 2011 in 20:34
      Permalink

      La dicitura più corretta è “olive verdi in salamoia” e quindi trattate.

      Risposta
  • 4 dicembre 2011 in 11:29
    Permalink

    Ciao, anche se la cucina molecolare, o almeno, alcuni piatti, non mi fanno impazzire 🙂 trovo interessante leggerti 😉
    Io ho fatto qualche esperimento, in proposito, quello che mi è riuscito di più e che mi è piaciuto tanto è stato questo

    http://leleccorniedidanita.blogspot.com/2010/05/aperitivo-con-palline-al-succo-di.html

    stesso procedimento l’ho usato per fare delle palline di succo di pomodoro per delle bruschette destrutturate 😉
    Però, volevo chiederti, io uso, per il succo, l’alginato e poi il cloruro ner fare la sferificazione, come mai questa differenza di ingredienti???
    Vorrei tanto partecipare al tuo corso….ma per adesso non è uno dei periodi migliori per spendere :-). però penso di farlo fare la domenica alla mia bambina, anche se ha 6 anni, ti assicuro che stando sempre in cucina con la mamma, promette e si muove davvero bene!!!

    Risposta
  • 5 dicembre 2011 in 15:33
    Permalink

    Ciao di nuovo. Trattandosi di sferificazione semplice, le sfere di oliva continuano a gelificare col passare del tempo, diventando sempre più gelatinose e meno fluide all’interno. Almeno così dice la teoria (non ho mai provato). Quanto sono durate le tue, messe a marinare nell’olio aromatizzato? Ovvero, per essere più precisi, si devono fare per essere mangiate in pochi minuti o resistono qualche ora/giorno nell’olio?

    Risposta
    • 5 dicembre 2011 in 19:19
      Permalink

      Ciao,
      la maggior parte le ho conservate nell’olio per almeno 24 ore e sono rimaste molto liquide all’interno. Considera che sono fatte con il cucchiaio dosatore e hanno un diametro di 12-15 mm quindi impegano un po’ per gelificare completamente.

      Risposta
  • Pingback:Le ricette “molecolari” delle feste « InnovIdea

  • Pingback:Cucina molecolare per l’estate | InnovIdea

  • Pingback:Olive verdi sferificate | InnovIdea

  • 8 maggio 2017 in 13:23
    Permalink

    Mancano le proporzioni degli ingredienti. Quanto arginato e quanta Xantana per quanto succo di olive? inoltre quanto calcio per il bagno sferificante? Grazie

    Risposta
    • 24 maggio 2017 in 16:14
      Permalink

      Si tratta di una sferificazione inversa perché il cloruro di calcio è aggiunto al succo di olive e l’alginato è sciolto in acqua e costituisce il bagno.
      Ho modificato il post per correggere il refuso. La ricetta con le dosi si trova qui

      Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *