Come si fa a “sbucciare” un uovo senza romperlo?

Molti sono i consigli che si possono reperire sulla rimozione del guscio dopo la bollitura, ma nessuno è veramente efficace. Infatti si è visto che tutti questi rimedi hanno più o meno la stessa probabilità di successo.

L’adesione del guscio all’albume è però un indice di freschezza dell’uovo, quindi faticheremo di più, ma mangeremo un uovo più buono.

Un metodo sicuramente efficace per togliere il guscio in maniera omogenea è corroderlo con dell’acido acetico, cioè del comune aceto di vino come mostrato qui.

Se volete fare più in fretta guardatevi questo video.

Filippo

“Siciliano per nascita, Scienziato per passione e Cuoco per necessità”. Mi chiamo Filippo Cangialosi e sono di Palermo dove vivo e lavoro dopo aver girato per il mondo e l’Italia nelle mie molteplici attività ed interessi. La scienza è la mia passione, amo il buon cibo e considero la cucina di casa un laboratorio. Per necessità … di sopravvivenza, mi occupo di cibo da quando sono nato, cucino almeno due volte al giorno non solo con lo scopo di preparare qualcosa di commestibile, ma anche per capire quello che avviene in cucina.

Filippo has 217 posts and counting. See all posts by Filippo

6 pensieri riguardo “Come “pelare” l’uovo sodo

  • 1 Giugno 2011 in 13:43
    Permalink

    Per sbucciare senza problemi le uova sode, fare un forellino dove si trova la camera d’aria dell’uovo* e cuocerle a vapore.
    * Per memorizzare una volta per tutte dove fare il forellino, osservando un uovo si vede che ha una punta e, dalla parte opposta, un culo. Fare un buco li’, sul culo, dove è giusto che sia 🙂
    Se vi comprate un cuociuova, costano pochissimo, avrete risolto per sempre il problema delle uova sode. Cottura perfetta e vi danno l’attrezzino per fare il buco. E non avrete mai più problemi per sbucciarle: grazie al vapore e al forellino si sbucciano benissimo.

    Risposta
    • 1 Giugno 2011 in 13:59
      Permalink

      Il forellino serve per non fare rompere il guscio durante la bollitura, ma non capisco perchè le uova si pelano meglio.
      Mi puoi dire qualcosa in più

      Risposta
      • 8 Giugno 2011 in 17:00
        Permalink

        Utilizzando il cuociuova le uova si pelano sempre con estrema facilità’. E’ una constatazione, non so il motivo ma posso fare delle supposizioni. La cottura, col cuociuova, avviene a vapore. Quando le peli ti rendi conto che c’è un microscopico film di acqua (dell’umidità, appena percettibile ma importante) fra il guscio e l’albume rassodato, mentre se le cuoci nel pentolino, forellino o no, questo film non c’è.
        Poi ero arrivato anch’io alla conclusione che se l’uovo non si pela facilmente, questo indica che e’ molto fresco. Col cuociuova, freschissime o meno, le uova si pelano sempre con facilità. E’ un’attrezzo che costa pochissimo, credo di averlo pagato 9,90 euro. Non ha un timer vero e proprio: la temporizzazione viene determinata dalla quantità di acqua versata nella vaschetta (la versi utilizzando un bicchierino graduato in dotazione; il fondello del bicchierino, all’esterno, ha la famosa punta utile a forare il guscio delle uova). L’acqua viene trasformata in vapore da una resistenza. Quando l’acqua evapora del tutto, un disgiuntore termico provvede a spegnere la resistenza ed attivare un cicalino. Semplicissimo.

        Risposta
  • 9 Agosto 2011 in 14:11
    Permalink

    Io uso questo sistema: tolgo dalla pentola le uova assodate e le lascio intiepidire, batto l’uovo dalla parte della camera d’aria e, contrariamente a ciò che si legge un pò ovunque, pelo l’uovo sotto il getto dell’acqua corrente calda (quanto le mie mali riescono a reggere).

    Risposta
  • 25 Ottobre 2012 in 4:02
    Permalink

    C’è anche un altro metodo: alla cottura dell’uovo sodo lo si raffredda immediatamente in acqua gelata o acqua fredda corrente. Suppongo che lo shock termico faccia restringere la pellicola interna dell’uovo “staccandola” dall’uovo stesso e non ancorandosi all’albume sodo. Naturalmente essendo puro ragionamento empirico non ne son sicuro.

    Risposta
    • 25 Ottobre 2012 in 9:32
      Permalink

      Si hai ragione, la riduzione di volume dovuta al raffreddamento può aiutare a pelare l’uovo.

      Risposta

Rispondi a InnovIdea Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *