Scienza in cucina

Non bisogna aver paura della scienza in cucina. La chimica e la fisica ci sono già, che tu lo voglia o no.
La scienza in cucina la usiamo ogni qualvolta cuciniamo. La usiamo quando arrostiamo la carne o facciamo bollire la pasta.
La cottura dei cibi è un fenomeno chimico. Quando arrostiamo una fetta di carne avvengono tutta una serie di trasformazioni: il colore, la consistenza, l’odore ed il sapore cambiano durante la cottura.
La preparazione della maionese è un fenomeno fisico. Quando si mescola insieme il tuorlo d’uovo, che contiene acqua e proteine, e l’olio, il cuoco fa un piccolo miracolo perché sappiamo che acqua e olio non sono miscibili. E se all’inizio le molecole d’olio sono separate dalle molecole d’acqua, il risultato finale è una dispersione di gocce d’olio nell’acqua, legate insieme dalle proteine dell’uovo. Questa trasformazione che i cuochi chiamano maionese, è un fenomeno fisico ben preciso che gli scienziati chiamano emulsione.Termini come chimica e fisica in cucina, cucina scientifica, gastronomia molecolare spesso spaventano e sono presentati in contrapposizione a prodotti naturali, tradizione e cibo sano.
Non spaventatevi dei nomi! Anche in cucina ci sono tante false credenze determinate dalla non comprensione dei fenomeni scientifici e tutto quello che ha dei nomi complicati ci spaventa e ci appare rischioso.
Sai che esiste una vera paura delle parole lunghe e complicate? Si chiama, manco a farlo a posta con un nome lunghissimo:
Ippopotomonstrosesquipedaliofobia cioè “Paura delle parole lunghe”.

IL NOSTRO CURRICULUM: InnovIdea – Portfolio

 

Che cosa organizziamo: Eventi – Seminari – Corsi – Cene

Calendario prossimi eventi

2 pensieri riguardo “Scienza in cucina

  • 16 maggio 2010 in 11:09
    Permalink

    ho sessantacinque anni e faccio il pasticciere da cinquant’anni, posso asserire gridandolo che da una decina d’anni grazie ad internet ed a tutti quei siti,il vostro compreso, che parlano di scienza in cucina, che oggi mi spiego tanti processi di lavorazione. GRAZIE di eeserci.
    Avolio Luigi

    Risposta
  • 29 giugno 2010 in 11:40
    Permalink

    Complimenti, bell’idea

    XeskoChef

    Risposta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *